Bonus sociale

Cos’è il “bonus sociale”

Bonus sociale
Il “bonus sociale” è uno sconto applicato alle bollette di energia elettrica al fine di sostenere le famiglie in condizioni di disagio economico, garantendo così un risparmio sulla spesa annua di energia elettrica per 12 mesi.
Il bonus è previsto senza alcuna interruzione anche per i casi di grave malattia che imponga l’uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita, finché sussiste la necessità di utilizzare tali apparecchiature.

Chi ha diritto al “bonus sociale”
Clienti domestici intestatari di una fornitura elettrica nell’abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 kW, che abbiano un ISEE inferiore o uguale a 7.500 euro (L’ISEE è l’indicatore di situazione economica equivalente, che permette di misurare la condizione economica delle famiglie, tenendo conto del reddito, del patrimonio mobiliare e immobiliare e del numero di componenti della famiglia – https://servizi.inps.it/servizi/isee/default.htm);

Clienti elettrici presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita (attestato da certificato ASL che dimostri la necessità dell’utilizzo delle apparecchiature, il tipo di apparecchiatura utilizzata, l’indirizzo presso cui l’apparecchiatura è installata, la data a partire dalla quale il cittadino utilizza l’apparecchiatura).

A quanto ammonta il “bonus sociale”

Per l’anno 2008:
Situazioni di disagio economico:

  • 60 euro/anno per un nucleo familiare di 1-2 persone;
  • 78 euro/anno per un nucleo di 3-4 persone;
  • 135 euro/anno per un nucleo familiare con più di quattro persone;
  • 150 euro/anno nel caso di clienti che utilizzano apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita del paziente.

Per l’anno 2009 l’importo del bonus, sia per i casi di disagio economico che per i casi di disagio fisico, sarà quantificato in occasione dell’aggiornamento annuale delle tariffe.
I due bonus sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.
Ogni nucleo familiare può richiedere il bonus per una sola fornitura di energia elettrica.

Come richiedere il “bonus sociale”
Per richiedere il bonus è necessario utilizzare gli appositi moduli reperibili sul sito dell’AEEG (www.autorita.energia.it) oppure presso i Comuni. Altresì devono allegarsi copia dell’attestazione ISEE e/o della certificazione ASL, unitamente alla copia del proprio documento di identità (in caso di delega, anche copia del documento di riconoscimento del delegato) e a tutte le informazioni relative al cliente, alla sua residenza, al suo stato di famiglia e alle caratteristiche del contratto di fornitura di energia elettrica.
La domanda deve presentarsi presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato.
Nel caso di situazione di disagio economico, la domanda dovrà essere presentata ogni anno; nel caso di grave malattia che imponga l’uso di apparecchiature elettromedicali essenziali per il mantenimento in vita, il bonus verrà erogato senza interruzione fino a quando sarà necessario l’uso di tali apparecchiature.

Entro quando richiedere il “bonus sociale”
Il “bonus sociale” sarà completamente operativo dal mese di gennaio 2009, ma il godimento del bonus può essere retroattivo anche per tutto il 2008; in questo caso, le richieste dovranno essere presentate entro il 28 febbraio 2009. Richieste pervenute dopo tale data non consentiranno di beneficiare del bonus retroattivamente per il 2008.

Ulteriori informazioni sul “bonus sociale” sono reperibili sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas all’indirizzo: http://www.autorita.energia.it/bonus_sociale.htm